Biochemical systematics and evolution of Myoxidae
 
More details
Hide details
1
Dipartimento di Biologia, Università di Roma "Tor Vergata"
2
Dipartimento di Paleontologia, Università di Napoli "Federico II"
Publish date: 1995-05-20
 
Hystrix It. J. Mamm. 1994;6(1-2)
KEYWORDS
ABSTRACT
Abstract Genetic variation and divergence were analysed among 43 populations representing the five western Palaearctic genera of the family Myoxidae: Myoxus, Myomimus, Muscardinus, Eliomys and Dryomys. Intraspecific and interspecific genetic divergence were evaluated by electrophoretic analysis of 38-42 gene loci and compared with data from fossil records. The mean values of heterozygosity per locus for each species ranged from 0.024 in Myomimus roachi to 0.062 in Dryomys nitedula. The mean values of intraspecific genetic distance ranged from 0.04 in Dryomys nitedula to 0.081 in Eliomys melanurus. A comparison of the five genera, based on 38 gene loci indicated a high level of differentiation. Only two loci were found monomorphic and fixed for the same allele in the five genera: Ldh-2 and Got-2. The lowest mean value of genetic distance was observed between the genera Myoxus and Eliomys (D = 1.283). Muscardinus displayed a higher value of genetic distance in comparison with Myoxus and Eliomys (D = 1.629). The highest mean value of genetic distance was displayed by these three genera in comparison with Myomimus and Dryomys (D = 2.251). A high value of genetic distance was also observed between Myomimus and Dryomys: D = 1.811. These values are in agreement with the ancient origin of this family, that had its highest expansion and diversification during the Miocene. Riassunto Sistematica biochimica ed evoluzione dei Myoxidae - Sono stati analizzati variabilità genetica e differenziamento genetico in 43 popolazioni rappresentanti i cinque generi paleartico-occidentali della famiglia Myoxidae: Myoxus, Myomimus, Muscardinus, Eliomys e Dryomys. La divergenza genetica intra- ed interspecifica è stata valutata mediante analisi elettroforetica di 38-42 loci genici e confrontata con dati derivati da reperti fossili. I valori medi di eterozigosi per locus per ogni specie sono compresi tra 0,024 in Myomimus roachi e 0,062 in Dryomys nitedula. I valori medi di distanza genetica intraspecifica sono compresi tra 0,04 in Dryomys nitedula e 0,081 in Eliomys quercinus. Un confronto fra i cinque generi, basato su 38 loci genici, ha indicato un elevato livello di differenziamento. Soltanto due loci sono risultati monomorfici e fissati per lo stesso allele nei cinque generi: Ldh-2 e Got-2. Il più basso valore medio di distanza genetica è stato osservato tra i generi Myoxus e Eliomys (D = 1,283). Muscardinus presenta un valore di distanza genetica maggiore in confronto con Myoxus ed Eliomys (D = 1,629). Il valore più elevato di distanza genetica è stato osservato confrontando questi tre generi con Myomimus e Dryomys (D = 2,251). Un elevato valore di distanza genetica è stato anche osservato tra Myomimus e Dryomys (D = 1,811). Questi valori sono in accordo con l'antica origine di questa famiglia, che ha avuto la massima espansione e diversificazione durante il Miocene.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914