Monitoring the otter recolonisation of Poland
 
 
More details
Hide details
1
Centre for Ecological Research, Polish Academy of Sciences
Publish date: 2006-09-07
 
Hystrix It. J. Mamm. 2006;17(1)
KEYWORDS
ABSTRACT
Abstract
The Standard Method was used for three field censuses of the otter Lutra lutra distribution in Poland. In the first national survey in 1991-1994 evidence of otters was found throughout the country, with 80% of positive sites on 2000 sites visited. Only two areas, Silesia in the south and Central Poland, had very few signs of otters. The following censuses in Central and Eastern Poland (1996-1998 and 2003) showed the otter expanded its range and recolonised much area of Central Poland, including about 700 km of rivers in the catchment of River Bzura. The number of positive 10x10 km UTM squares increased twice as compared to first survey (1991-1994). The rate of expansion was very high in comparison to other studies in European countries. This could be due to the functional cohesion of network of rivers and lakelands in Poland. The expansion of otters was accompanied by change in habitat selection: preference for optimal habitats (unregulated rivers with tree and other vegetation cover) decreased while suboptimal and marginal habitats (e.g. channels, regulated rivers in towns) were occupied more frequently as compared to first survey. The negative side-effect of the expansion of the species is the increase of damages on fishponds, with consequent increase of pressure by fishpond owners to permit shooting of otters and/or to promote damage compensation.
Riassunto
Analisi della ricolonizzazione della Lontra in Polonia. Tre censimenti di campo sono stati condotti, mediante metodologia standard, allo scopo di definire la distribuzione della Lontra Lutra lutra in Polonia. Il primo rilevamento nazionale, condotto nel 1991-1994, ha evidenziato una presenza diffusa nel paese, con l’80% dei siti positivi su 2000 siti campionati. Solo due zone, la Sislesia nel sud, e la Polonia centrale, avevano evidenziato una scarsa presenza della specie. I censimenti condotti successivamente in Polonia centrale e orientale (1996-1998 e 2003) hanno mostrato come la Lontra abbia espanso il suo areale ed abbia ricolonizzato molte zone della parte centrale, inclusi circa 700 km di corsi d’acqua nel bacino idrografico del fiume Bzura. Il numero di quadrati UTM 10x10 km positivi per la Lontra è raddoppiato rispetto al primo censimento (1991-1994). Il tasso di espansione è stato molto elevato rispetto a quello rilevato in altri studi condotti in Europa, probabilmente a causa della rete molto coesa di corsi d’acqua e laghi presenti in Polonia. L’espansione della Lontra è stata accompagnata da un cambiamento nella selezione di habitat: la preferenza per habitat ottimali (fiumi non regimentati, con alberi e altra copertura vegetale) è diminuita, mentre gli habitat sub-ottimali e marginali (es. canali, fiumi canalizzati all’interno di città) sono stati occupati più frequentemente rispetto al primo censimento. Un effetto negativo dell’espansione della specie è stato l’incremento dell’impatto sugli allevamenti ittici, con conseguenti pressanti richieste da parte dei proprietari degli allevamenti per il rilascio di permessi di caccia alla lontra e/o per ottenere il risarcimento dei danni.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914