Selezione dello habitat del capriolo in un agrosistema mediterraneo
Francesca Cagnacci 1  
,  
C. Melis 2
,  
 
 
More details
Hide details
1
Sezione di Ecologia Comportamentale, Etologia e Gestione della Fauna, Dipartimento di Scienze Ambientali; Central Science Laboratory
2
Sezione di Ecologia Comportamentale, Etologia e Gestione della Fauna, Dipartimento di Scienze Ambientali
Publish date: 2003-10-31
 
Hystrix It. J. Mamm. 2003;14(IV ATIt Congress Supplement)
ABSTRACT
L?uso e la selezione dello habitat di sedici caprioli (otto maschi e otto femmine) sono stati studiati in un?agrocenosi mediterranea, caratterizzata da piccoli boschi frammentati. Fra marzo 1999 e ottobre 2002 sono state raccolte complessivamente 14.229 localizzazioni radiotelemetriche, 8197 per i maschi e 6032 per le femmine. Contemporaneamente sono stati effettuati rilievi dell?uso del suolo con cadenza bimensile. L?uso e la disponibilità degli ambienti negli home range mensili sono stati confrontati mediante analisi composizionale e intervalli fiduciali simultanei di Bonferroni. In quest?area di studio, l?uso dello habitat, sia nei maschi che nelle femmine, è stato fortemente influenzato dalla ricerca di copertura vegetazionale (cover), rappresentata quasi unicamente dal bosco. Le aree coltivate sono ambienti ad alto valore alimentare, ma fortemente instabili, caratterizzati da variazioni rapide e non prevedibili. Nell?area di ricerca, la distribuzione di coltivi e prati non ha condizionato in modo prioritario l?uso dello spazio da parte dei caprioli. La selezione degli habitat aperti è risultata fortemente discontinua nel corso dei mesi e degli anni: questo suggerisce l?importanza di studi pluriennali, attuati a un livello di dettaglio temporale opportuno in rapporto alla rapidità dei locali cambiamenti ambientali. In questa ricerca è stato evidenziato un uso dello habitat distinto e indipendente tra i due sessi, in particolare nella stagione riproduttiva. Questo studio ha confermato anche in ambiente mediterraneo frammentato l?esistenza di due fasi stagionali di comportamento dei maschi e ha consentito di ribadire lo stretto legame tra il bosco e la territorialità. Le femmine non hanno variato stagionalmente l?uso dello habitat. Non è stata registrata alcuna variazione significativa, neppure in corrispondenza del periodo dei parti e nel periodo successivo: la selezione dello habitat da parte delle femmine è dunque indipendente dalla scelta effettuata per i propri piccoli. Questa ricerca supporta l?ipotesi che l?uso dello habitat negli home range delle femmine sia la risposta a esigenze alimentari e necessità di cover.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914