Prima segnalazione di Brachylaima fulvus Dujardin, 1843 (Digenea, Brachylaimidae) in Sorex cfr. antinorii Bonaparte, 1848 (Insectivora, Soricidae) in Italia
 
More details
Hide details
1
Laboratorio di Parassitologia. Fac. di Farmacia, Univ. Barcellona
2
Dipartimento di Ecologia, Università della Calabria
Publish date: 2003-10-31
 
Hystrix It. J. Mamm. 2003;14(IV ATIt Congress Supplement)
ABSTRACT
Un?indagine parassitologica è stata condotta su esemplari di Sorex cfr. antinorii Bonaparte, 1840 (Insectivora, Soricidae) catturati in Sila Grande (Valle Capra; 16.29.30; 39.21.40). Uno degli esemplari è stato trovato parassitato da Trematodi digenei rinvenuti nell?esofago e nello stomaco. I parassiti isolati sono stati fissati con liquido di Bouin, colorati con carminio acetico di Semichon, fissati in una serie di alcooli, chiarificati in xilolo e montati con Balsamo del Canada. I parassiti sono stati identificati come membri della Famiglia Brachylaimidae Joyeux & Foley (1930) appartenenti al genere Brachylaima Dujardin (1843). La morfologia generale ed i caratteri metrici hanno permesso di identificarli come B. fulvus Dujardin, 1843 (lunghezza corpo: 2.39-2.46; larghezza corpo: 0.72-0.78; diametro trasversale ventosa orale: 212.48- 238.08x240.64-266.24; ventosa ventrale: 250.88-258.56x250.88-266.24; faringe 120.32-168.96; testicoli: 151.04-189.44x168.96-189.44; ovario: 122.88x171.52; uova: 26-30x2-17). Il range dei dati morfometrici coincide con quelli riscontrati da diversi autori negli esemplari di B. fulvus in Europa centrale e occidentale (Jourdane, 1971; Lewis, 1969; Zarnowski,1960; Mas-Coma & Gallego, 1975). Dopo la descrizione originale, la sistematica di B. fulvus Blanchard, 1847 non è stata mai confutata, sebbene varie specie dei generi Harmostomum Braun, 1899 e Panopistus Sinitzin, 1931 siano state proposte come sinonimi di B. fulvus da diversi autori. Zarnowski (1960) considera aperta la questione di identità di H. (H.) dujardini Baer, 1928 e propone la sinonimia di B. oesophagei Shaldibin, 1953 e B. fulvus. Lewis (1969), al contrario, ha riconvalidato B. oesophagei come specie, utilizzando criteri che, però, Jourdane (1971) ritiene, non idonei a differenziare le due specie. Mas-Coma & Gallego (1975), considerano B. oesophagei sinonimo di B. fulvus. È questa la prima segnalazione di B. fulvus in Italia e in S. antinorii.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914