Analysis of the gut contents of Vipera aspis (Reptilia, Viperidae) from an area of Central Italy (Tolfa Mountains, Latium): a new method to study the terrestrial small mammals / Contributo allo studio della microteriofauna di un'area dell'Italia centrale (Monti della Tolfa, Lazio) mediante analisi del contenuto stomacale di Vipera aspis (Reptilia, Viperidae)
 
More details
Hide details
1
Dipartimento di Biologia Animale e dell'Uomo, Università degli Studi di Roma "La Sapienza"
Publish date: 1990-07-30
 
Hystrix It. J. Mamm. 1990;2(1)
KEYWORDS
ABSTRACT
Abstract A preliminary study of the trophic system between terrestrial small mammals and their specialized predator, the Asp Viper (Vipera aspis), was carried out through analysis of gut contents of 62 Vipera aspis specimens from 6 localities of Tolfa Mountains (Latium, Central Italy). Two different techniques were used in order to obtain the gut contents from a living viper: (i) gently pressing its belly; (ii) exposing the animal at a low temperature (<8 °C). Twelve out of 18 small mammal species occurring in this area were preyed by the vipers. The number of preyed species is very similar to that observed in the pellets of Tyto alba (Aves, Strigiformes) from the same area. The only apparent exception is represented by Microtus savii: this mammal was never preyed by Vipera aspis, although being one of the principal preys of Tyto alba. These data indicate that the analysis of Vipera aspis gut contents could be utilized as a method to integrate faunistic observations on terrestrial micromammals obtained with both traditional and Barn Owl pellets data. Riassunto Nel presente contributo sono stati presi in esame i dati desunti dall'analisi dei contenuti stomacali di 62 esemplari di Vipera aspis catturati in 6 diverse stazioni dei Monti della Tolfa (Lazio, Italia centrale). Tali dati sono stati confrontati con quelli esistenti sui micromammiferi della medesima area ottenuti con l'analisi dei rigetti dei rapaci notturni e con i metodi tradizionali. Le vipere esaminate hanno predato 12 delle 18 specie di micromammiferi terrestri presenti nei Monti della Tolfa. Un numero simile di specie predate è stato osservato nella stessa area con il metodo dell'analisi dei rigetti del Barbagianni (Tyto alba). Tali dati indicano che la metodologia descritta può essere utilizzata efficacemente al fine di integrare i dati faunistici sui micromammiferi terrestri ottenuti con metodi tradizionali e con il metodo dell'analisi dei rigetti di rapaci notturni.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914