I mammiferi dell'area di Capo Feto (Trapani)
 
More details
Hide details
1
Fondazione Italiana Zoologia dei Vertebrati
2
Centro di Studi Ambientali "Demetra"
Publish date: 2003-10-31
 
Hystrix It. J. Mamm. 2003;14(IV ATIt Congress Supplement)
ABSTRACT
Nel contesto del Progetto di riqualificazione ambientale del territorio di Capo Feto, area SIC della Provincia di Trapani si è proceduto allo studio della comunità di mammiferi dell?area. Sono state in tal modo scelte, in base alle loro caratteristiche ambientali, tre aree campione omogenee. L?attività di censimento e trappolamento si è protratta per tre diversi periodi stagionali (dal 22 al 27/10/2001, dal 19 al 24/03/2002 e dal 21 al 26/08/2002) per un totale, per ogni periodo, di 6 giorni e 5 notti trappola. Gli animali catturati sono stati registrati in apposite schede e pesati. Sono stati riportati il sesso e le condizioni riproduttive (giovane, adulto, adulto riproduttore etc.) e gli individui sono stati marcati attraverso un piccolo taglio alle orecchie, attraverso un codice di riconoscimento determinato a priori. Riguardo i micromammiferi si è effettuato un rilevamento quantitativo, attraverso la tecnica del trappolamento MCR (Cattura-marcaggio-ricattura). Sono state utilizzate 100 trappole incruente cosiddette di ?cattura e ricattura? (Ugglan modell 1, di dimensioni 250x78x65 mm). Per i mammiferi di media taglia, si è proceduto (nelle varie tipologie ambientali) con censimenti condotti di giorno e di notte (in cui tali specie mostrano maggiore attività) con l?ausilio di fari e di appositi visori per l?impiego notturno, ed attraverso rilevamenti diretti (OD: osservazione individui, esemplari rinvenuti morti) ed indiretti (OI: tracce, tane, resti ossei in borre, escrementi). Tenendo conto del basso numero di ricatture (in qualche caso uguali a zero), è stato usato l?indice di Chapman, adatto a piccoli campioni. Inoltre i dati ottenuti sono stati elaborati mediante l?indice DAT, che esprime una frequenza relativa per ogni ambiente analizzato. Per la comparazione tra i risultati (a livello di specie catturate) dei tre periodi si è utilizzato il valore medio dell?Indice di somiglianza (S) di Sorensen. I risultati dell?intero periodo di campionamento sono stati analizzati attraverso l?Indice di concentrazione di Dominanza. Complessivamente, nei tre periodi, sono stati catturati e marcati un totale di 70 micromammiferi, di cui 29 Rattus norvegicus, 17 Mus musculus, 10 R. rattus e 14 Crocidura sicula. Scorporando i risultati delle catture nei diversi periodi e per i diversi transetti, si possono evincere alcune variazioni nei popolamenti dell?area in funzione delle stagioni. Durante i diversi periodi in cui sono stati effettuati i campionamenti, infatti, l?area di Capo Feto ha mostrato differenze importanti inerenti l?umidità del suolo, che avrebbe avuto conseguenze nella composizione vegetazionale e quindi nei popolamenti dei mammiferi studiati. Sono state rilevate variazioni nei popolamenti dell?intera area, più evidenti nei riguardi di R. norvegicus e R. rattus, di minore entità riguardo il M. musculus, mentre la C. sicula si mantiene entro valori quasi costanti. I risultati totali dei trappolamenti, in cui si ha la preponderanza di R. norvegicus e M. musculus, confermerebbero il degrado dell?area in questione. Inoltre, l?area di Capo Feto sembrerebbe caratterizzata da una bassa produttività, conseguenza dell?alterazione dell?habitat, e necessita, pertanto, di immediati e profondi interventi di ripristino ambientale.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914