Analysis of fox beating data in the provinces of Pesaro-Urbino and of Ancona (Central Italy) / Analisi dei dati ottenuti dai verbali di abbattimento di Volpe (Vulpes vulpes) nelle province di Pesaro-Urbino ed Ancona
 
More details
Hide details
1
Istituto di Scienze Morfologiche, Università di Urbino
2
Centro Studi Faunistici ed Ecologici
Publish date: 1991-07-09
 
Hystrix It. J. Mamm. 1991;3(1)
KEYWORDS
ABSTRACT
Abstract The contro1 of fox population by beating method was examined in two Provinces of the Marches region from 1984 to 1988. The efficiency of beating was evaluated as number of killed foxes per beating per 100; in addition the following relative abundance index (I.R.A.) was calculated: number of killed foxes in a season divided by the ratio between the number of beatings in the same season and the minimum number of beatings recorded in a season of the study period. The index, recorded in winter, spring and autumn of each study year, agreed generally with the biologica1 cycle of the fox. The low values of the index occurred in spring in relation to the potential breeding fox population, the hight values in autumn when the population included also the young fox. The control of fox population by beating method was inefficient. Riassunto Vengono esaminati i verbali di abbattimento di Volpe (Vulpes vulpes) in due province delle Marche, relativi al periodo 1984-88. I dati raccolti hanno permesso di valutare il rendimento di battuta (numero di volpi uccise/battute effettuate x 100) e di definire il seguente indice relativo di abbondanza (I.R.A.): numero di volpi abbattute in una determinata stagione diviso il rapporto tra il numero di battute nella stagione ed il numero minimo di battute registrate in una delle stagioni del periodo di indagine. I valori dell'indice, rilevati per primavera, autunno ed inverno di ogni anno di studio, si accordano in linea generale con il ciclo biologico della specie. Essi sono più bassi in primavera, periodo in cui sono espressione della popolazione potenzialmente riproduttiva, e sono più elevati in autunno in coincidenza con l'incremento della popolazione dovuta alla presenza dei giovani dell'anno. Lo studio evidenzia inoltre che le battute di caccia sono inefficaci per il controllo della popolazione.
eISSN:1825-5272
ISSN:0394-1914